La pappa...leggere le etichette!

BY Viola Grosso IN No comments

Buon giorno a tutti!!!
Oggi ho deciso di iniziare parlare un po' con voi riguardo alla pappa dei nostri pelosini!
Allora, da dove iniziare...
Dunque, gestendo un Petshop e parlando con altri "cockeristi", mi capita spesso di parlare di alimentazione e dei vari mangimi che troviamo in commercio.
Premetto che tutto ciò che trovate in questo post, e nei successivi, è strettamente una MIA OPINIONE PERSONALE, quindi non necessariamente giusta al 100%, anzi, critiche e vostri commenti sono al quanto graditi!

In linea generale i cani sono CARNIVORI (i gatti sono carnivori stretti, quindi più dei cani), e io sono dell'idea che ciò debba essere rispettato da un buon mangime.

Per sceglierne uno di qualità non serve andare sui mangimi costosi, in quanto anche tra quelli meno cari se ne trovano di buoni, basta solo imparare a leggere le etichette e la lista ingredienti.
Per prima cosa bisogna sapere che gli ingredienti devono essere elencati in ordine decrescente, cioè da quello presente in maggiore quantità a quello meno presente. Inoltre, è meglio se accanto ai principali ingredienti troviamo un'indicazione percentuale.

Personalmente, la prima cosa che faccio quando mi presentano un nuovo alimento per Shaira, ma anche per i miei clienti, è controllare l'ingrediente al primo posto: se c'è scritto mais non lo prendo nemmeno in considerazione! Non ho nulla contro il mais, anzi a me piace moltissimo, ma un carnivoro come principale fonte di nutrimento ha bisogno, appunto, di carne! Quindi se io come fonte principale di nutrimento gli fornisco del mais, lui se ne fa ben poco. Tra l'altro il mais è uno dei principali responsabili di allergie e dermatiti (quindi non sempre il vostro cane è allergico al pollo, ma semplicemente al mais che c'è insieme al pollo nelle crocchette)!
Il riso, invece, nonostante non debba essere anche lui come primo ingrediente, va benissimo.
Al primo posto, quindi, è bene che un alimento riporti la carne, meglio se con la dicitura "carne disidratata", oppure ottimo se con "carne di ***** fresca disidratata".
Assolutamente bocciati gli alimenti che riportano "idrolizzati" e/o "estratti di proteine" come uniche fonti proteiche animali (quindi niente carne all'interno del mangime!).
Queste sono, naturalmente, indicazioni a grandi linee, ma permettono di fare una prima classificazione ed escludere molti mangimi, più o meno costosi (spesso si paga solo il nome e non la qualità), testati o meno sull'uomo (ultimamente va di moda anche questo, ma non vuol dire che se è testato sull'uomo sia buono in termini di composizione).

Riassumendo un buon mangime deve riportare tra i primi ingredienti (diciamo se possibile i primi due o tre) la carne e assolutamente non il mais o altri cereali (dal terzo posto può andare).
Ribadisco che si tratta di una mia opinione personale, basata sulla mia esperienza (conoscenza e esperienza con Shaira) e non dev'essere per forza esser preso come verità assoluta.
Aspetto vostri commenti e vi invito a compilare il questionario qua a fianco!
Ciao ciao!!!



0 commenti:

Posta un commento